recensione

Sette minuti dopo la mezzanotte // Patrick Ness

“Poi il mostro si fermò di nuovo.
«Proprio non hai paura, vero?»
«No. Non di te, comunque.»
Il mostro strinse gli occhi.
«Ne avrai,» disse «Prima della fine.»

Sono molto felice di aver fatto questa lettura, che nella sua semplicità rimane molto profonda e toccante. Partiamo con il dire che, come possiamo capire leggendo la prefazione scritta dallo stesso Patrick Ness, l’idea di partenza è stata di Siobhan Dowd, la quale avrebbe dovuto scriverlo, ma non ha potuto continuarlo per via del cancro che l’ha portata via, ed è stato quindi chiesto a Patrick Ness di continuare e portare a termine la sua opera.

Questo è un libro dolce e vero fino al midollo, che racconta come una persona possa nascondere una paura perfino a se stessa, perchè troppo grande da sopportare. Nella citazione iniziale ho trovato un po’ tutta l’essenza del libro, il bambino che sta affrontando una sfida troppo grande per lui, che gli rende impossibile avere paura di una cosa che nonostante spaventerebbe chiunque per lui non è spaventosa come l’incubo che deve affrontare ogni giorno. 
Nonostante sia catalogato come libro per bambini/ragazzi, non credo possa essere definito tale, perchè affronta un’argomento difficile, e che tocca molto.
Un’ altro punto di forza sono le illustrazioni, realizzate da Jim Kay, che possiamo trovare durante tutto il libro, vale la pena di acquistare la versione con le illustrazioni.

Patrick Ness ha vinto numerosi premi, tra cui the Guardian Children’s Fiction Prize, the Booktrust Teenage Prize, e the Costa Children’s Book Award, ed inoltre è un critico letterario di The Guardian. Ha anche scritto un romanzo e una raccolta di racconti per adulti, anche se lui preferisce non catalogare la sua scrittura in questo modo.
Ness dice infatti che “scrivere per gli adolescenti è fantastico perché si appassionano in modo franco, spontaneo, curioso. E gli adolescenti, se rispettati, ti seguiranno molto più lontano degli adulti, senza la paura di leggere un genere che potrebbe non piacergli o di cui hanno sentito parlar male. Vogliono solo ascoltare una storia.”
Secondo il mio parere è una cosa vera ed importante. Quante cose leggiamo noi semplicemente per leggere una storia? La curiosità ci può portare a conoscere cose nuove, a conoscere storie che non avevamo mai letto.

  – ♡ – ♡ – ♡ – ♡ –

Titolo: Sette minuti dopo la mezzanotte
Autore: Patrick Ness
Prezzo di copertina: 16.00 euro
Numero di pagine: 222
Casa editrice: Mondadori (Collana Contemporanea)
Illustrazioni di: Jim Kay

Trama:
Il mostro si presenta sette minuti dopo la mezzanotte. Proprio come fanno i mostri. Ma non è il mostro che Conor si aspettava. Il ragazzo si aspettava l’orribile incubo, quello che viene a trovarlo ogni notte da quando sua madre ha iniziato le cure mediche. Conor si aspettava l’entità fatta di tenebre, di vortici, di urla… No. Questo mostro è un po’ diverso. È un albero. Antico e selvaggio. Antico come una storia perduta. Selvaggio come una storia indomabile. E vuole da Conor la cosa più pericolosa di tutte. La verità.

Rispondi