recensione

Le notti bianche // Fëdor Dostoevskij

“Era una notte incantevole, una di quelle notti che succedono solo se si è giovani, gentile lettore.”

E’ un libro che mi è piaciuto molto, ambientato a Pietroburgo, e tra le sue strade troviamo un sognatore, così tanto sognatore da essere anche solitario, ma un’incontro lo porterà ad aprire il suo cuore a qualcuno. Una notte incontrerà infatti Nastjen’ka, una diciassettenne e viene subito colpita dal carattere timido e impacciato di lui, e con la quale inizierà un dialogo che durerà quattro notti, nelle quali si confesseranno la loro storia, i loro amori e i loro segreti.
Dostoevskij ti vuole mostrare come i desideri, i progetti e il proiettarsi verso il futuro rendono l’uomo felice e la vita degna di essere vissuta, e come può succedere qualcosa che ti fa pensare che tutto possa cambiare, anche se prima le cose ti sembravano immutabili, ma anche come tutto possa spezzarsi e crollare in un istante.
In questo libro inoltre possiamo trovare vari temi, come quello del sogno e del sognatore; Penso che un po’ tutti ci possiamo ritrovare in questa figura, perchè tutti abbiamo un lato un po’ sognatore, un po’ timido, ed anche un po’ impacciato. Troviamo infatti il tema della solitudine, il protagonista ha sempre vissuto da solo, e per se stesso. Possiamo sentire inoltre il suo desiderio di incontrare qualcuno, ma anche la difficoltà che gli comporta. Infine vi possiamo trovare il tema dell’introspezione e dell’autoanalisi.
Il finale è inaspettato, mi sono sentita male per il protagonista, ed ho capito perchè è stato definito il libro della friendzone, se lo avete letto capirete. Secondo me è un’ottimo libro per avvicinarsi alla scrittura di Dostoevskij, ed essendo un libro molto piccolo può essere tranquillamente alla portata di tutti. Lo consiglio sopratutto a chi vuole una lettura leggera, facile da leggere, ma senza essere comunque vuota.

“Sono un sognatore: la mia vita è così di rado una vita reale, che minuti simili a questi, che vivo adesso, io li godo tanto di rado, che mi è impossibile non desiderare di ripetere questi minuti nei miei sogni, Fantasticherò di voi durante tutta la notte, tutta la settimana, tutto l’anno.”

  – ♡ – ♡ – ♡ – ♡ –

Titolo: Le notti bianche
Autore: Fëdor Dostoevskij
Prezzo di copertina: 9,00 euro
Editore: Mondadori
Collana: Oscar classici
Numero di pagine: 105 p.

Trama:
Sullo sfondo della Pietroburgo delle notti bianche, deserta e irreale, un impiegato, un “sognatore”, incontra casualmente su uno dei ponti della città Nastjenka. La giovane gli apre il suo cuore in un dialogo che dura quattro notti e che li porterà a cullarsi nel sogno di una vita insieme. Sino al fatidico mattino.

 

Rispondi